Olmo ‘San Zanobi’

Portamento: conico determinato da una accentuata dominanza apicale;

Chioma: stretta; Tronco: dritto, lungo con corteccia di colore grigio verde (n° 197/c della CCRHS);

Foglie: caduche ad inserzione alterna, che rimangono verdi ed attaccate a lungo sulla pianta, hanno spesso lembo ondulato e la nervatura centrale convessa; colore verde-giallastro (n° 147/a della CCRHS);

forma: la seconda foglia del ramo corto è largamente ellittica od ovale, l'apice è acuminato e la base è asimmetrica.

Picciolo: glabro e lungo da 6 a 9 mm.

Ramo: piuttosto sottile il ramo dell'anno e glabro, di colore grigio-verde (n° 197/a CCRHS);

Gemme a legno: piccole <2 mm di diam coperte da sole 3-4 perule colore bruno  forma rotondeggiante nella parte basale del ramo e nei rami corti quella apicale corto più grande delle altre caratteristicamente obliqua ripiegata all interno.

Ali di sughero: assenti.

Fioritura: l'entrata in fioritura è lenta, a partire dal 5° anno di età.

Frutto: samara ovata-rotondeggiante sessile di dimensioni di 1,5 x 1,8 cm

Fruttificazione: piuttosto abbondante ma la percentuale di semi vani è molto alta Il germogliamento è contemporaneo o appena ritardato rispetto a quello dell'olmo campestre.

Caratteristiche del legno: Da recenti prove sperimentali (Brunetti et al., 2003) risulta che le proprietà fisico-meccaniche del legno di questo clone non sono diverse da quanto riportato da Giordano (1981) per il legno di olmo. Il legno analizzato risulta essere semipesante, resistente a flessione, a medio ritiro e poco stabile. La percentuale di duramen è piuttosto alta già in piante di giovane età.